Smettere di fumare, aumento di peso e menopausa

18/01/2019

Fumare fa malissimo, si sa, e se si riesce a smettere è un traguardo di cui andare orgogliose, perché non è una cosa semplice smettere di fumare.

Molte mie pazienti fumatrici alla mia esortazione di trovare il modo giusto per smettere di fumare rispondono:

“Ma poi sicuramente ingrasso, già c’è la menopausa di mezzo, se non fumo più divento una mongolfiera!”

Uno degli effetti riferiti e più temuti dopo aver smesso di fumare è l’aumento di peso, che unito alla facile tendenza ad ingrassare che si verifica in menopausa, provoca spesso sentimenti di frustrazione e rabbia e molte di voi ricadono nella tentazione di riprendere questa dannosa abitudine al fumo.

Ma perché si tende ad ingrassare dopo aver smesso di fumare?

Premesso che comunque non necessariamente tutte le persone che smettono di fumare ingrassano, i motivi dell’aumento di peso possono essere vari:

- Aumento dell’appetito e facile tendenza a mangiare di più e più spesso. Questo si verifica perché la nicotina ha un effetto anoressizzante, cioè fa diminuire l’appetito e smettendo di fumare questo effetto viene a mancare.
- Sostituzione della gestualità e dell’abitudine al fumo con ingestione di snack, spuntini fuori pasto, dolci e cibo “spazzatura” ricco di sostanze grasse e altamente caloriche
- Sostituzione del fumo con bevande alcoliche, ricche di calorie
- Recupero del senso dell’olfatto e del gusto consecutivo alla sospensione del fumo cosa che rende il cibo più invitante grazie a una riacquistata percezione dei sapori e degli odori che spinge a mangiare di più.

Cosa fare allora per arginare il problema dell’aumento di peso?

 Prima cosa: se siete riuscite a smettere e notate un aumento di peso non ricominciate a fumare!

Seconda cosa: seguite uno schema alimentare corretto, che vi riassumo schematicamente così:

- Fate cinque pasti al giorno: 3 pasti principali (colazione, pranzo e cena) e 2 spuntini di cui uno a metà mattinata e l’altro nel pomeriggio
- Non saltate mai i pasti, soprattutto non saltate mai la prima colazione del mattino che è il pasto più importante della giornata
- Dovete ridurre a un quarto la quantità, le porzioni degli alimenti che mangiate, questo discorso non vale per le verdure che potete consumare a piacere
. Ridurre il consumo di grassi, specialmente quelli di origine animale come burro e strutto
- Ridurre gli zuccheri semplici
- Evitare gli snack, le merendine e il cibo “spazzatura”
- Limitare il consumo di alcool e di bevande zuccherine
- Consumare verdure cotte e crude in quantità a piacere all’inizio dei pasti come prima portata
- In caso di fame incontrollabile placatela con frutta non zuccherina e verdure

Terza cosa: fate attività fisica regolare!

Tutti i giorni trovate uno spazio di tempo per muovervi e non trovate scuse che non potete perché non avete tempo o siete stanche, basta sapersi organizzare e soprattutto volerlo…e volerlo significa volersi bene. Se vi volete bene ci riuscirete.

Proprio questo mese sono stati pubblicati i risultati di uno studio sulla rivista scientifica Menopause, il cui obiettivo era di esaminare se l'aumento di peso dopo la cessazione del fumo fosse attenuato dall'attività fisica nelle donne in postmenopausa.

Un totale di 4.717 fumatrici della Women's Health Initiative sono state seguite per 3 anni. 

I dati ricavati dai risultati di questo studio dimostrano che anche un modesto aumento della attività fisica (equivalente alle attuali raccomandazioni) può attenuare l'aumento di peso dopo aver smesso di fumare nelle donne in postmenopausa, specialmente se in combinazione con una dieta equilibrata.

Anche la scienza ci riconferma allora che se si teme l’aumento di peso consecutivo alla cessazione del fumo, per evitare questa possibilità i rimedi ci sono.

Sono le solite sane abitudini: attività fisica regolare e alimentazione equilibrata che devono entrare a far parte delle nostre abitudini quotidiane.

Dott.ssa Vincenza De Falco, Specialista in Ginecologia e Ostetricia

Studio scientifico:

Physical activity and weight gain after smoking cessation in postmenopausal women

Luo, Juhua; Manson, JoAnn E.; Hendryx, Michael; More

Menopause. 26(1):16-23, January 2019.

******

Informazioni e Prenotazioni: Tel: 351 8401750

******

Attività fisica e sport consigliati in menopausa

L’esercizio fisico, il movimento,lo sport, sono alleati preziosi per la donna a tutte le età, ma in menopausa come possono aiutarci?

Numerosi studi scientifici hanno messo in evidenza che un’attività fisica di lieve e media intensità in menopausa è utile per prevenire e combattere i disturbi e le malattie che possono insorgere in questa fase della vita di una donna...

Alimentazione in menopausa

In menopausa, c’è una naturale tendenza ad aumentare di peso a causa del rallentamento del metabolismo.

Si può verificare un aumento dei livelli del colesterolo e dei trigliceridi, in alcune specialmente se c’è una familiarità, aumenta la glicemia e c’è una tendenza al diabete, c’è una tendenza all’indebolimento della struttura delle ossa, con conseguenti problemi di osteopenia e osteoporosi.

Il sovrappeso e le alterazioni del metabolismo dei grassi e degli zuccheri, predispongono a loro volta all’aumento del rischio di malattie cardiovascolari.In età menopausale inoltre, si osserva un aumento di incidenza di tumori. Per prevenire e tenere sotto controllo questi problemi, l’alimentazione equilibrata con i giusti nutrienti è fondamentale...

******

Smettere di fumare, aumento di peso e menopausa