Crea sito

Menopausa: Duavive, nuova terapia ormonale senza progestinico anche in Italia

04/03/2016

Adesso anche in Italia è disponibile una nuova terapia ormonale, senza progestinico, per trattare i disturbi della menopausa.

Questa terapia può essere utilizzata dalle donne con utero, intolleranti al progestinico

Il farmaco contiene estrogeni coniugati e bazedoxifene, è utile per i sintomi da carenza estrogenica, come vampate, sudorazioni, insonnia, disturbi dell’umore.

Il bazedoxifene che sostituisce il progestinico, è un modulatore selettivo del recettore per estrogeni (SERM) e serve per proteggere l’endometrio contrastando localmente l’azione degli estrogeni, riducendo quindi il rischio di iperplasia endometriale.

 

Cos’è Duavive e a cosa serve?

Duavive è un farmaco usato per il trattamento dei sintomi (quali vampate di calore) causate da bassi livelli ematici di estrogeni in donne che sono in post-menopausa. 

Può essere utilizzato da donne che hanno ancora il loro utero  e che non possono essere trattati con farmaci che contengono progestinici (medicinali derivati ​​dal progesterone).

 Duavive contiene due principi attivi: estrogeni coniugati e bazedoxifene.

 Come si usa Duavive?

Duavive può essere assunto soltanto con prescrizione medica. È disponibile in compresse a rilascio modificato (contenente 0,45 estrogeni coniugati mg e 20 mg di bazedoxifene) che rilasciano bazedoxifene immediatamente e estrogeni coniugati in un periodo di tempo più lungo.

 La dose raccomandata di Duavive è di una compressa una volta al giorno. 

 Come funziona Duavive ?

Gli estrogeni coniugati, agiscono come terapia ormonale sostitutiva e alleviano i sintomi  da carenza estrogenica come  vampate, sudorazioni, insonnia. 

Dato che gli estrogeni utilizzati da soli possono causare iperplasia (crescita) dell'endometrio (rivestimento dell'utero) che potrebbero portare al cancro endometriale, Duavive contiene anche il principio attivo bazedoxifene, che blocca gli effetti degli estrogeni sul seno e riduce il rischio di cancro endometriale.

Entrambi i principi attivi sono disponibili nell'Unione Europea (UE) da diversi anni.

Gli estrogeni coniugati sono disponibili da molti anni come terapia ormonale sostitutiva e il bazedoxifene è stato autorizzato nel 2009 per il trattamento dell'osteoporosi (una malattia che rende le ossa fragili) nelle donne in menopausa.

 

Quali sono i rischi associati con Duavive?

L'effetto collaterale più comune con Duavive ( 1 paziente su 10) è il dolore addominale (mal di stomaco).

Non deve essere assunto da coloro che hanno avuto problemi con tromboembolia venosa (formazione di coaguli di sangue nelle vene), come trombosi venosa profonda (TVP), embolia polmonare (coaguli di sangue nei polmoni) e trombosi retinica venosa (un sangue coagulo nella parte posteriore dell'occhio), o sono ad aumentato rischio di tali problemi. Non deve essere usato nelle donne che hanno avuto un ictus o infarto.  

Inoltre, non deve essere usato nelle donne che hanno, possono avere o hanno avuto il cancro al seno o altri tumori che sono noti per essere estrogeno-dipendenti.  Duavive è indicato solo per donne in menopausa, e non deve essere usato in gravidanza

Per l'elenco completo di tutti gli effetti collaterali e le controindicazioni con Duavive, si rimanda al foglio illustrativo.

Altre informazioni su Duavive

La Commissione europea ha rilasciato un'autorizzazione all'immissione in commercio, valida in tutta l'Unione europea per Duavive il 16 dicembre 2014.

Per maggiori informazioni sulla terapia con Duavive, leggere il foglio illustrativo (accluso all'EPAR) oppure consultare il medico o il farmacista.

Fonte EMA:

Dott.ssa Vincenza De Falco
Studio ginecologia-Centro per lo studio della Menopausa
v. Donato Menichella, 321 00156 Roma
Tel: 06 4115822

Menopausa? Fai una visita/check up di controllo! Compila il form in basso per prenotare un appuntamento:

Menopausa: Duavive, nuova terapia ormonale senza progestinico anche in Italia