Crea sito

Sessualità in Menopausa

 

La menopausa influisce sul desiderio sessuale?

 La perdita di estrogeni dopo la menopausa può portare dei cambiamenti riguardo il desiderio sessuale di una donna.

Alcune donne in menopausa notano un calo del desiderio, non è facile suscitarlo come prima, possono essere meno sensibili a stimoli e carezze,.inoltre, i cambiamenti emotivi che spesso accompagnano la menopausa possono concorrere a determinare nella donna una perdita o una diminuzione di interesse per il sesso e /o incapacità di eccitarsi.

Inoltre, bassi livelli di estrogeni possono causare una diminuzione del trofismo vaginale, con conseguente scarsa o assente  lubrificazione vaginale, secchezza  vulvovaginale, bruciore e rapporti sessuali dolorosi..

Il livello di estrogeni più basso, però, non è l'unico colpevole del calo del desiderio, ci sono numerosi altri fattori che possono influenzare l'interesse di una donna per l’attività sessuale durante la menopausa e dopo come:

- Problemi di controllo vescicale
- Disturbi del sonno
- Depressione o ansia
- Stress

- Farmaci
- Preoccupazioni per la salute
- Problemi di relazione con un partner

Ma tutte le donne in menopausa sperimentano una diminuzione del desiderio sessuale?

No. In realtà, alcune donne in post-menopausa segnalano un aumento della soddisfazione e del desiderio sessuale.

Questo può essere dovuto ad una diminuzione dell’ansia associata con il timore di una gravidanza. . Inoltre, molte donne in post-menopausa hanno figli grandi e indipendenti, quindi hanno più tempo per dedicarsi a se stesse, e questo consente loro di rilassarsi e godersi l'intimità con i loro partner.

Cosa si può fare per curare la secchezza vaginale?

La secchezza vaginale o atrofia vulvovaginale può essere trattata con vari approcci terapeutici.

In questo articolo, potrete trovare varie informazioni riguardo le terapie ormonali e non ormonali:

Come si può aumentare il desiderio sessuale?

Il problema è piuttosto complesso, e bisogna agire su più fronti per stabilirne le cause e di conseguenza scegliere l’approccio terapeutico più adeguato.

Il desiderio sessuale è il risultato di una combinazione di vari fattori, ormonali, biologici, psicologici e relazionali.

La terapia ormonale può essere utile per migliorare il problema della secchezza vaginale e il dolore ai rapporti.

Ma è importante avere una buona intesa con il partner, e valutare se ci sono problemi di salute fisica generale, e se magari ci sono problemi di natura psicologica e relazionale che è bene affrontare e risolvere con l’aiuto anche di uno psicoterapeuta e di un sessuologo oltre che con il ginecologo

Cosa posso fare per aumentare l'intimità con il mio partner?

Se il vostro desiderio sessuale non è più quello di una volta, si dovrebbe comunque prendere tempo per creare una buona intimità con il partner.

“Essere in intimità” non significa che sia assolutamente necessario avere sempre e subito rapporti sessuali completi e penetrativi: amore e affetto possono essere espressi in molti modi.

Godetevi il vostro tempo insieme - è possibile fare lunghe passeggiate romantiche, cene a lume di candela ,viaggi e dedicare del tempo per accarezzarsi e toccarsi

Per migliorare la vostra intimità fisica, si consiglia di provare i seguenti approcci:

- Imparare a conoscere se stessi, il vostro corpo, i desideri  e le fantasie sessuali,  accettando i normali cambiamenti del corpo e delle risposte sessuali  che possono essere diverse rispetto a prima. Questo può aiutare a superare le eventuali ansie e migliorare le prestazioni e l’intesa sessuale con il vostro partner.

- Migliorare e cercare nuovi stimoli, anche attraverso l'utilizzo di materiali erotici (video o libri), la masturbazione, e le modifiche alla routine sessuale, dedicare molto tempo ai preliminari.

- Utilizzare tecniche di rilassamento per eliminare l'ansia. Praticare attività non-coitale (cioè attività fisicamente stimolanti, che non includono il rapporto penetrativo completo), come il massaggio sensuale. Queste attività possono essere utilizzate per promuovere il comfort e aumentare la comunicazione tra voi e il vostro partner.

- Per ridurre al minimo il dolore, oltre a una terapia adeguata consigliata dal vostro ginecologo, potete sperimentare posizioni sessuali che consentono di controllare la profondità di penetrazione. E’ consigliabile inoltre un bagno caldo prima del rapporto che aiuta a rilassarvi, e utilizzare sempre lubrificanti vaginali prima della penetrazione per facilitarla e ridurre il dolore.

Ci si deve ancora preoccupare in menopausa, riguardo il rischio di infezioni sessualmente trasmesse?

Assolutamente sì, è necessario continuare ad adottare sempre precauzioni e usare il profilattico anche in menopausa

Così come è necessario utilizzare una protezione se non si desidera una gravidanza durante la perimenopausa, è necessario anche adottare misure per proteggersi contro le infezioni sessualmente trasmesse (MST) durante la menopausa e in postmenopausa.

E 'importante ricordare che il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili è una possibilità che esiste in qualsiasi momento della vostra vita se si è sessualmente attivi, e questo rischio non diminuisce o si annulla con l'età o con i cambiamenti nel sistema riproduttivo.

Come posso proteggermi da malattie sessualmente trasmissibili?

Ecco alcune regole fondamentali che si possono adottare per proteggersi da malattie sessualmente trasmissibili:

- Utilizzare un preservativo ogni volta che si hanno rapporti sessuali (Se si utilizza un lubrificante, assicurarsi che sia a base d'acqua, e non a base oleosa con vaselina che altera l’integrità del profilattico che si può rompere.)

- Limitare il numero di partner sessuali..Più partner si hanno, più aumenta il rischio di contrarre una malattia sessualmente trasmessa.

- Scegli i tuoi partner sessuali con cura.Evita i rapporti sessuali con qualcuno che sospetti possa avere una MST.

- Fai dei controlli per le malattie sessualmente trasmissibili. Non rischiare di trasmettere l’infezione a qualcun altro.

- Se hai più di un partner sessuale, usa sempre il preservativo.

- Non bere alcolici e non assumere droghe prima di avere un rapporto sessuale. 

Si può essere meno propensi a praticare il sesso sicuro, se siete ubriachi o drogati.

- Conoscere i segni e sintomi di malattie sessualmente trasmissibili, in modo da saperli individuare su te stesso e sul tuo partner sessuale.
 

Fonte:

Copyright: è vietata la riproduzione parziale o totale di questo articolo

LEGGI ANCHE:

Otto regole per migliorare il sesso in menopausa

Per molte donne, una volta sopraggiunta la menopausa il sesso non viene vissuto al meglio, o perchè ci sono problemi fisici legati alla secchezza e all'atrofia vulvovaginale, o perchè c'è un calo del desiderio, o perchè non c'è più una buona intesa con il partner che può avere problemi di salute a sua volta che interferiscono con la sessualità, ma anche perchè si tende a pensare che ormai una volta andate in menopausa si diventa "vecchie" e poco attraenti per fare certe cose....

Noto spesso che le pazienti sono restie ad affrontare questo argomento nel corso di una visita di controllo, e a volte sono poco interessate a intraprendere i vari tipi di terapie, sono sostanzialmente rassegnate...